La Cuccìa: il dolce tipico siciliano di Santa Lucia

La Cuccìa: il dolce tipico siciliano di Santa Lucia

La Cuccìa è un dolce tipico siciliano, a base di grano bollito e ricotta di pecora. Viene guarnito con frutta candida, cannella, pezzetti di cioccolato e scorza di arancia grattugiata, ed è tradizionalmente preparato e consumato il 13 dicembre in occasione della festa di Santa Lucia. È una tradizione diffusa in tutta la Sicilia, in particolare nel palermitano e nel siracusano (di cui la santa siciliana è patrona) ma non nell’area della città metropolitana di Catania.  A Caltanissetta la Cuccía si fa anche salata come una minestra di grano cotto e condita con sale e pepe e servita calda. Un dolce molto simile viene preparato e consumato sempre in occasione della festa di S.Lucia nella città calabrese di Paola.

La leggenda narra che in Sicilia, durante una lunga carestia in cui si pregava molto perché si moriva di fame, proprio il giorno di Santa Lucia, il 13 di dicembre, arrivò nel porto di Palermo una nave carica di frumento. Il grano distribuito alla gente fu subito cucinato così com’era per non perdere tempo a trasformarlo in pane o pasta. Santa Lucia fu ritenuta l’artefice del miracolo e da quel momento il 13 dicembre non si mangiò più pane e pasta ma la Cuccìa.

Chatta
1
Serve aiuto?
Ciao. Possiamo aiutarti?